Cosa stai cercando?

Ricerca nel Sito

Dettaglio

30 marzo 2004

Tutela e valorizzazione del territorio:gią attivi tre gruppi di lavoro

già attivi tre gruppi di lavoro

“Il territorio di Breda di Piave ha delle importanti caratteristiche che lo rendono unico sotto vari aspetti: storico, architettonico, ambientale, agrario, produttivo . Il tema della tutela dell’ambiente costituisce, all’interno delle competenze proprie del Comune ( art. 1 e 10 dello Statuto Comunale), un aspetto che necessita di sempre maggior attenzione per la sua salvaguardia.” così si legge nella premessa delle “ Linee di indirizzo per la tutela e la valorizzazione storico ambientale del territorio ”, adottate dal Consiglio Comunale

L’Amministrazione comunale è partita dalla considerazione che la risorsa ambientale - risorgive, Piave, ambiente rurale - non è illimitata; e che pertanto necessita di essere tutelata.
Lo sviluppo socio economico del nostro territorio, negli ultimi cinquantenni, si è tradotto in migliori condizioni di vita e in un maggior benessere per gran parte della popolazione ma ha generato, collateralmente, effetti di maggior antropizzazione legata allo sviluppo edilizio e ad un maggior consumo d’acqua del sottosuolo e più in generale del territorio.

L’impatto sul territorio di queste azioni umane, assieme agli effetti dovuti ai mutamenti naturali avvenuti negli ultimi anni, sta mettendo sempre più a rischio l’equilibrio secolare dell’ambiente. A causa della perdita dello stretto rapporto di dipendenza che da sempre legava la vita dell’uomo all’ambiente naturale, si è in parte smarrita la coscienza individuale e collettiva del suo valore.
Diviene perciò inderogabile avviare un percorso organico per un effettivo recupero ecologico e culturale del territorio sviluppando progetti educativi articolati che coinvolgano i vari attori del territorio - scuole, associazioni di categoria e sociali, e semplici cittadini - e promuovendo azioni atte alla salvaguardia e promozione degli aspetti paesaggistici e ambientali.

La valorizzazione del territorio e delle sue varie peculiarità permetterà di far crescere una cultura ambientale e un corretto uso delle risorse.

Si intuisce subito, anche da una prima lettura del progetto che, tutte le azioni che si intendono intraprendere dovranno realizzarsi con una modalità partecipativa, d’altra parte il territorio è il contesto costitutivo del nostro Comune e rappresenta l'identità profonda della Comunità bredese.
Perché però tutto questo non rimanesse solo nella carta, l’Amministrazione Comunale si è attivata subito, riunendo attorno ad un tavolo le associazioni, le scuole, il mondo agricolo e produttivo ma anche singoli cittadini con l’obiettivo di far conoscere il progetto e per condividere con loro alcuni possibili cantieri di lavoro in cui far sviluppare le azioni in campo ambientale.
E’ così che, in breve tempo, dalle adesioni pervenute da quanti hanno partecipato al suddetto incontro, sono nati tre nuovi gruppi di interesse: il gruppo di educazione ambientale, il gruppo delle risorgive e il gruppo Piave e golena.

Tutti i tre i gruppi si sono già riuniti ed hanno già cominciato ad programmare delle azioni. In particolare il gruppo di educazione ambientale, che è un po’ il gruppo “pensante” sta lavorando, anche in collaborazione con la scuola, alla realizzazione di incontri e dibattiti su problematiche percepite dalla cittadinanza, i cui temi saranno sviluppati non solo da un punto di vista teorico anche pratico con delle uscite sul territorio. Si intende collaborare anche con il sistema produttivo locale attivando forme di informazione sulle azioni che possono migliorare l’impatto ambientale del sistema sul territorio

Il gruppo risorgive , più operativo come impostazione, intende invece rendere fruibile al pubblico una le aree adiacenti i sistemi di risorgiva più interessanti presenti nel nostro territorio attraverso la creazione di percorsi e indicazioni su flora e fauna.

E' di questi giorni il primo intervento operativo realizzato in area Pro Loco con la collaborazione di un volontariato a 360 gradi che ha visto l'entusiastica partecipazione a rendere fruibile l'inizio di un percorso che, col tempo, valorizzerà il nostro territorio e che ha poi coinvolto in prima persona anche i ragazzi del gruppo ambiente della Scuola Media per la sistemazione del Bosco Planiziale iniziando dalla rimozione della pacciamatura dello stesso per farne il banco di studio per quanti amano la natura, ma soprattutto il proprio ambiente.

Il gruppo Piave e golena, anche questo più operativo, intende rendere fruibile al pubblico , attraverso alcune migliorie strutturali, una vasta area golenale del fiume Piave che presenta segni significativi della prima guerra mondiale oltre a interessanti aspetti ambientali.
In tale ottica l'Amministrazione ha preso contatti col geom. Fortin del Genio Civile ottenendo l'autorizzazione ad un primo intervento di riassetto sui " murazzi " onde progressivamente ripristinare quelli che negli anni '30 costituivano la più importante opera di ingegneria per la sicurezza idraulica del territorio "Piave", a Saletto.

I lavori sono appena cominciati e necessitano di tanti contributi, sia  in termini di idee che di manodopera, chiunque abbia anche il minimo interesse si faccia avanti: … sarà il benvenuto!!!!