Cosa stai cercando?

Ricerca nel Sito

Dettaglio

16 agosto 2007

Incendio de longhi: monitoraggi inquinamento nel territorio

foto incendio De Longhi

Il Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda ULSS di Treviso ha trasmesso in data 8 agosto u.s. una relazione dettagliata sulla gestione dell'emergenza di Sanità Pubblica creatasi con l'incendio dello stabilimento De Longhi verificatosi a Treviso il 18 aprile 2007.

La relazione ripercorre le misure di prevenzione, valutazione e sorveglianza che si sono attuate o che sono ancora previste per completare le fasi di gestione della fase di attenzione e monitoraggio.

Le analisi e gli accertamenti fino ad ora eseguiti riportano sinteticamente le seguenti conclusioni:

  • la conferma della valutazione iniziale che inquadrava l'evento come un incendio di grandi dimensioni che interessava uno stabilimento industriale "non a rischio di incidente rilevante". Tale incendio non coinvolgeva quantitativi significativi di sostanze tossiche o di loro precursori per cui si potevano escludere pericoli per la popolazione;
  • la valutazione esprime che non vi è stato un rischio di rilievo per i soggetti esposti ai fumi e tantomeno questo rischio si può essere concretizzato per la popolazione generale esposta all'aria inquinata da questi fumi.

Per la gestione di questa emergenza è stato coinvolto il Dipartimento di Prevenzione, il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, il Servizio di Igiene degli alimenti e della nutrizione, il Servizio per la prevenzione e sicurezza dei luoghi di lavoro, il Servizio Veterinario Area C.
Hanno collaborato inoltre il Reparto Chimica Tossicologica dell'Istituto Superiore di Sanità e il Dipartimento Ambientale dell'Istituto Mario Negri.

La relazione dell'ULS n. 9 di Treviso è disponibile presso l'ufficio Segreteria-Protocollo del Comune, per chiunque volesse prenderne visione.

Nel sito dell'ARPAV è invece disponibile la:

Relazione dell'ARPAV 25 giugno 2007  (cliccare per entrare)

«  ... 959960961962963964965966967 ...  »