Cosa stai cercando?

Ricerca nel Sito

Dettaglio

22 gennaio 2007

Istituzione divieto di transito veicoli di massa a pieno carico superiore a 3.5t. in via san giacomo

Prot. n. 918                                                                                                          Ord. n. 06/07

 ORDINANZA PER LA DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE

(art. 6,7 e 26 del Codice della Strada e relativo Regolamento)

ISTITUZIONE DIVIETO DI TRANSITO VEICOLI DI MASSA A PIENO CARICO

SUPERIORE A 3.5 T.

IN VIA SAN GIACOMO- BREDA DI PIAVE

IL RESPONSABILE DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA N.2

CONSIDERATO che il transito dei veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate in via San Giacomo crea seri problemi di viabilità sulla stessa con effetti negativi per la fluidità della circolazione e per l’inquinamento atmosferico;

TENUTO CONTO della struttura della strada in questione, dissestata a causa degli eccessivi pesi degli autocarri in transito nella stessa, e del relativo traffico;

PRESO ATTO degli indirizzi delle Amministrazioni Comunali di Breda di Piave e Carbonera, per i singoli tratti di strada di competenza, relativi alla limitazione della circolazione dei veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 3,5 t. lungo la strada comunale denominata via Chiesa di San Giacomo nel Comune di Carbonera e via San Giacomo nel Comune di Breda di Piave;

CONSIDERATA la necessità, a tutela della pubblica incolumità, del pubblico interesse e dell'integrità del patrimonio stradale, di disciplianre la circolazione stradale nella strada comunale via Chiesa di San Giacomo - Fraz. San Giacomo di Musestrelle, mediante l'istituzione di un divieto di transito autocarri aventi massa a pieno carico superiore a 3, 5 t.;

RITENUTO di tutelare le attività produttive presenti in zona consentendo il transito ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate condotti da frontisti, residenti od agli utisti di tali veicoli che possano dimostrare con atti al seguito di dover eseguire operazioni di carico/scarico nelle strade in questione;

SENTITO in merito il Responsabile della Polizia Locale di Breda di Piave;

VISTA l'ordinanza del Comune di Carbonera n. 05/07 prot. 1347 datata 22.01.2007 relativa all'istitizione del divieto di transito agli autocarri di massa a pieno carico superiore a 3,5 T. nella via comunale denominata "Via Chiesa di San Giacomo" per i veicoli provenienti dalla S.P.115;

VISTO l’art. 7 del Codice della Strada sulle norme per la circolazione stradale emanato con D.Lgs. 30 aprile 1992, n° 285, concernente i divieti, gli obblighi e le limitazioni relative alla circolazione nei centri abitati;

VISTO il Regolamento di Esecuzione ed Attuazione del Nuovo Codice della Strada emanato con D.P.R. 16.12.1992, N. 495;

RITENUTO che, a tutela del patrimonio stradale, per motivi di incolumità pubblica e di pubblico interesse, si rende necessario dar corso al provvedimento proposto;

RICHIAMATI:

- il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;

- Il Regolamento comunale sull'ordinamento degli uffici e dei servizi approvato con deliberazione di G.C. n. 22 del 19/03/2003 e successive mdificazioni ed integrazioni;

- il Decreto Sindacale n. 11 del 22.12.2006;

 O R D I N A

  a partire dal giorno 23 gennaio 2007,

  1. E’ istituito il divieto di transito a tutti i veicoli aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate in via San Giacomo dall'intersezione con via Cal di Breda S.P.59 fino al confine comunale;

    Per il restante tratto dal confine comunale alla S.P. n. 115 è competente il Comune di Carbonera.

  2. E’ consentito il transito, in deroga al divieto, ai veicoli di massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate adibiti al servizio di soccorso ed appartenenti alle aziende erogatrici di servizi pubblici di fornitura e di pubblica utilità, ai veicoli delle forze di polizia e forze armate, frontisti, residenti, ed operazioni di carico e scarico dimostrabili da documentazione da esibire agli organi di Polizia Stradale.

3) Il traffico verrà deviato lungo la "S.P. 59 di Breda e la S.P. 115 " Musestrellle".

Le disposizioni di cui alla presente ordinanza saranno rese note al pubblico con i segnali previsti dal Regolamento di esecuzione del citato D.P.R.

Copia della presente sarà trasmessa all’Ufficio Messi per la pubblicazione, al Comune di Breda di Piave e alla Provincia di Treviso.

AVVERSO LA PRESENTE ORDINANZA

è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale del Veneto, entro il termine di 60 giorni dalla pubblicazione, a norma dell’art. 3, comma 4, della legge 7 agosto 1990 n° 241.

Sempre nel termine di 60 giorni, ed in relazione al disposto dell’art.37, comma terzo, del D.Lgs. n.285/1992, può essere proposto ricorso al Ministero dei Lavori Pubblici, con la procedura di cui all’art. 74 del Regolamento emanato con D.P.R. n. 495/1992.

Gli addetti alla Polizia Stradale di cui all’art. 12 del D. Lgs. N.285/92, sono incaricati di vigilare e far osservare il presente provvedimento.

Dalla Sede Comunale, lì 22 gennaio 2007

Il Resp. di P.O. n.2
Cadamuro dr.ssa Sara

     

Unità Operativa: Polizia Locale; Responsabile: il Comandante Giovanni Panizzo
Responsabile del procedimento: il Comandante Giovanni Panizzo
Orario ricevimento pubblico: lunedì e sabato dalle ore 11.00 alle 12.00 Mercoledì dalle ore 17.00 alle ore 18.00;
Orari diversi previo appuntamento telefonico 0422/600214Fax 0422.607224 e-mail: vigili@comunebreda.it